Il patrimonio

 

Collezione Devanna

Categoria:

dipinti su tela

 

Descrizione:

La collezione Devanna, donata allo Stato nel luglio 2004, è destinata  a costituire il nucleo fondante della Galleria Nazionale della Puglia. Il Museo ha sede a Bitonto, città di residenza della famiglia donatrice.

Le opere della donazione, 229 dipinti (su tela, su tavola, su rame) e 108 tra disegni e incisioni - di soggetto storico e mitologico, di straordinario effetto scenografico, alternate ad opere raffiguranti soggetti sacri di consolidata iconografia, a nature morte -, specchio significativo degli interessi e della cultura cosmopolita dei collezionisti, coprono un arco cronologico assai ampio, che va dal XIV al XX secolo.

La pittura italiana è presente in misura numericamente più consistente, con riferimento ai diversi ambiti regionali, seppure con una leggera prevalenza per la pittura meridionale (napoletana e pugliese) e di ambito romano, quindi emiliano, ligure e marchigiano, databile soprattutto tra XVII e XIX secolo. Accanto ad essa sono pure rappresentate le scuole fiamminga, francese, spagnola, tedesca, inglese (fine XVI - XIX secolo), da Hendrick van Steenwyck il vecchio (Overijss 1550 ca. - Francoforte sul Meno 1603), a James Barry (Cork 1741-Londra 1806), da Francois Verdier (Parigi 1651-1730) a Philippe de Champagne (Bruxelles 1602 - Parigi 1674), ad Eustaiche Le Seur a Nicolas Regnier. Di particolare interesse, anche dal punto di vista della consistenza numerica, il nucleo di dipinti databili tra Ottocento e Novecento che comprende - accanto ad opere francesi, tedesche, inglesi e danesi -, una cospicua raccolta di arte italiana di ambito essenzialmente meridionale, con particolare riguardo agli artisti napoletani e pugliesi quali Gioacchino Toma, Giuseppe De Nittis, Federico Rossano.

Infine nell'ambito dell'arte contemporanea, insieme ad artisti più tradizionali, singolari presenze (Beatrice Wood e Joseph Stella) documentano gli interessi per la cultura d'oltremanica dei collezionisti

 

12345678